Al via la partnership con Fondazione Gualtiero Marchesi

Una nuova e importante partnership per Scuola MADE e per tutta l’Accademia del Turismo di Fondazione Campus.

Prenderà il via il 16 settembre a Palazzo Boccella la prima edizione di “Dal dire al fare”, il corso intensivo di alta cucina organizzato dalla Fondazione Gualtiero Marchesi. Si realizza così finalmente l’idea, quella di portare i corsi nella struttura di San Gennaro, che il grande chef avanzò in occasione delle sue visite a scuola Made nel 2014 e nel 2016.

accademia gualtiero marchesi

Gualtiero Marchesi, unanimamente riconosciuto come il fondatore della Nuova Cucina Italiana è stato il cuoco che si è assunto la responsabilità di rivoluzionare, modernizzare e reintepretare la grande tradizione gastronomica del nostro Paese trasferendo il sapere ai cuochi, prima nelle cucine dei suoi ristoranti poi, nei corsi di formazione da lui presieduti. Il maestro insegnava che accanto alla preparazione tecnica è importante nutrirsi di conoscenza e di amore per le arti. Nel segno del suo insegnamento, l’Accademia Gualtiero Marchesi continua la propria attività a Milano, nella sede di via Bonvesin de la Riva 5 e, dalla prossima estate, a San Gennaro, sulle colline lucchesi, in Palazzo Boccella.

Il corso avrà la durata di tre settimane ed è riservato a quindici studenti, neodiplomati in istituti alberghieri con votazione superiore a 80/100. La prima edizione si svolgerà da lunedì 16 settembre a venerdì 4 ottobre 2019.

Un percorso prestigioso che potrà creare grandi opportunità di lavoro per i giovani: “Palazzo Boccella – le parole del sindaco di Capannori Luca Menesini -, da anni a lavoro su corsi di management e accoglienza, adesso si arricchisce di un nuovo partenariato con l’Accademia Gualtiero Marchesi per dei corsi estiva di altissimo livello. Un corso risolto rivolto alla cucina e rivolta ai neo-diplomati dell’istituto alberghiero. Palazzo Boccella è sempre più un luogo di formazione dei giovani su cibo e buona cucina che mira a valorizzare il nostro territorio. Quello con l’Accademia Marchesi sarà una collaborazione prestigiosa, che ha un duplice obiettivo: attenzione al territorio e ai giovani. Con il corso, infatti, si possono creare grandi opportunità di lavoro”.

IMG 7149

“Il nostro è un costante impegno nel portare avanti la Fondazione – spiega Enrico Dandolo, genero di Marchesi e segretario generale della Fondazione -, creata nel 2010 da Gualtiero Marchesi. Un percorso avviato dal fondatore della nuova cucina italiana, con al centro una parola: la formazione. La formazione degli chef, infatti, è stato un pallino fisso per Gualtiero: formare i giovani per lui era fondamentale. In Italia serve un corso di laurea apposito in scienze culinarie: c’è bisogno di studio e professionalità. Il corso di Palazzo Boccella sarà una full immertion nel mondo della cucina di 3 settimane. Vogliamo spiegare ai ragazzi che la cucina con è quella che vedono in tv, la realtà è un’altra cosa. Il corso vedrà la presenza di docenti di altissimo livello: abbiamo già iniziato a raccogliere le adesioni dei ragazzi. Entro il 15 luglio selezioneremo i 15 partecipanti ai corsi. Chi dimostrerà un vero talento nella cucina, potrà usufruire di una borsa di studio”.

“Questo corso per noi rappresenta un grande onore e piacere – le parole di Enrica Lemmi, coordinatore Area Turismo di Fondazione Campus -. Crediamo fortemente nella formazione a 360 gradi. La formazione di una persona deve essere continua: il nostro percorso mira a coniugare l’accoglienza con la cucina”.

I dettagli del progetto.

Il corpo docenti è formato da personaggi di altissimo profilo: Alberto Capatti, storico della cucina e Presidente della Fondazione Gualtiero Marchesi, Enrico Dandolo, esperto di management e Ceo del Gruppo Gualtiero Marchesi, Antonio Ghilardi, executive chef dell’Accademia Gualtiero Marchesi che ha lavorato con il Maestro dai tempi del ristorante 3 stelle Michelin di via Bonvesin de la Riva, Marco Soldati chef associato dell’Accademia Gualtiero Marchesi che a fine anni 80 ha lavorato con Gualtiero Marchesi in via Bonvesin de la Riva ed è stato per 14 anni docente dei corsi superiori di cucina, Gianni Manzo, professore di scienze naturali, Luigi Odello, docente di analisi sensoriale, Maurizio Santin, pasticcere associato dell’Accademia Gualtiero Marchesi, Fabio Zago e Giovanni Rota, chef associati dell’Accademia Gualtiero Marchesi e Giuseppe Vaccarini sommelier presidente Aspi. Le materie d’insegnamento comprendono: le tecniche di cucina italiana (18 ore totali), la pratica de La grande cucina italiana sulle orme del Maestro (40 ore), nozioni di storia della nostra tradizione culinaria (8 ore), coltivazione e allevamento in Italia (8 ore), lo studio dei prodotti, i vini italiani e gli abbinamenti (14 ore), l’analisi sensoriale (8 ore), il management della ristorazione (8 ore), alimentazione, nutrizione e sostenibilità (8 ore) e visite didattiche in Toscana (8 ore). Dopo il corso l’Accademia organizzerà uno stage di sei mesi in un ristorante gastronomico italiano. Il costo di partecipazione è di 3000mila euro + 500 euro per la quota d’iscrizione. Per gli studenti che alloggiano a Palazzo Boccella la quota di vitto e alloggio è di 900 euro. Sono previste borse di studio di 3000mila euro per gli studenti più meritevoli.

Palazzo Boccella e Scuola Made. Palazzo Boccella, costruito nei primi anni del sedicesimo secolo ad opera di Enrico Boccella, fu acquistato dal Comune di Capannori nel 1998, dopo una lunga serie di passaggi di proprietà e cambi di destinazione. Dopo averlo salvato dall’inesorabile declino, il Comune ha conferito Palazzo Boccella all’omonima Fondazione, nata con il preciso scopo di farlo restaurare a regola d’arte e di renderlo di nuovo vivo e attivo con attività legate alla promozione dei prodotti del territorio. Riportato agli antichi splendori, Palazzo Boccella, durante i mesi invernali è la sede di una scuola di management dell’accoglienza e discipline enogastronomiche mentre da aprile ad ottobre, con la gestione turistica di Bk1, apre le porte a chi desidera soggiornare nel piccolo borgo di San Gennaro, in alta Lucchesia, nel cuore della Toscana. Scuola Made è un corso post diploma in management dell’accoglienza e delle discipline enogastronomiche a cura di Fondazione Campus, in collaborazione con Fondazione Palazzo Boccella, dedicato alla formazione delle tre figure professionali protagoniste dell’ospitalità: addetto sala, cucina e organizzazione eventi – catering. Il corso si rivolge a diplomati, professionisti o appassionati, che desiderino ricevere una formazione nei settori dell’accoglienza e dell’enogastronomia per un rapido ingresso nel mondo del lavoro. Il corso di studio Made si compone di sei mesi di attività formative in aula e in laboratorio e di 400 ore di stage. I laboratori e i seminari, che completano le nozioni accademiche e forniscono uno spunto pratico da applicare direttamente nel mondo del lavoro, sono curati da esperti e professionisti provenienti dal settore della ristorazione e del marketing. Scuola Made offre una formazione a 360 gradi nei settori dell’enogastronomia e dell’accoglienza, attraverso un percorso altamente professionalizzante subito spendibile nel mondo del lavoro. I diplomati saranno in grado di gestire tutte le attività legate alla ristorazione: dalla conoscenza dei prodotti enogastronomici alle nuove tendenze dell’arte culinaria, dall’approvvigionamento al controllo qualità della produzione e distribuzione di cibi e bevande. Gli studenti al termine del corso sapranno inoltre gestire l’organizzazione di eventi, saranno capaci di accogliere i clienti, anche internazionali, ed esaudirne le molteplici richieste; avranno competenze economiche per la gestione del marketing, dei costi e della contabilità della ristorazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *